SOPA e PIPA: Paesi che vai SIAE che trovi..



Oggi, 18 gennaio, abbiamo assistito al primo sciopero internettiano e globale della storia: Alcuni grandi siti internazionali hanno temporaneamente chiuso per protestare contro i progetti di legge americani denominati SOPA e PIPA..

Sebbene i nomi facciano alquanto ridere gli effetti di queste leggi sarebbero molto molto molto disastrosi. 

La scusa è sempre quella della protezione dei diritti di autore che anche in Italia hanno minacciato la vera libertà internettiana. In quest'ottica la SOPA prevede: 
- oscuramento totale del sito incriminato (il blocco degli IP imposto agli Internet Provider, previsto alla prima ora sembra essere già stato ritrattato). 
- Impossibilità di accedere a sistemi di ricerca o sovvenzioni online, da Twitter fino a Paypal. 
- Pagamento totale delle spese legali da parte del sito accusato, qualsiasi sia l’esito e la durata della controversia. 

Fin qui abbiamo parlato del territorio americano, ma a propagare la "fantastica" genialata su tutto il mondo è la legge PIPA, ancora più preoccupante: Se un sito non americano (quindi fuori la giurisdizione del SOPA) contiene un qualsiasi link a sito americano sottoposto al SOPA, è automaticamente perseguibile tramite il SOPA. Questo estende in maniera indefinita la giurisdizione americana ed il suo controllo sulla rete.

..Penso che ogni commento sia inutile, la strumentalizzazione di queste leggi a scopo di censura è molto preoccupante..
Paese che vai, SIAE che trovi..?
        [18/01/12]












    [ Edit ]        [ Back ]